Aspetti operativi della valutazione del microclima nei luoghi di lavoro indoor (dBA, 2015)

Home / Pubblicazioni / Aspetti operativi della valutazione del microclima nei luoghi di lavoro indoor (dBA, 2015)
Aspetti operativi della valutazione del microclima nei luoghi di lavoro indoor (dBA, 2015)

Aspetti operativi della valutazione del microclima nei luoghi di lavoro indoor (dBA, 2015)

Pubblicazioni

28 maggio 2015

Gli accertamenti tecnici relativi al comfort ed allo stress termico si basano su un gruppo di norme di origine ISO (in un caso CEN) che definiscono, caso per caso, gli indici a mezzo del quale quantificare l’entità del disagio/rischio.
Le stesse sono però carenti di indicazioni circa la metodologia di valutazione, soprattutto per quel che concerne le misurazioni.
Scelte come le posizioni di misura, le durate delle misurazioni e i momenti (ora del giorno, giorno dell’anno, …) sono spesso lasciate al valutatore e questo incide sull’attendibilità dei risultati e sulla ripetibilità delle misure, rendendo difficile operare dei confronti tra misure diverse o valorizzarne i risultati per la ricerca di misure di riduzione del rischio o miglioramento delle condizioni di comfort.
Con questo lavoro si intende far emergere le criticità più rilevanti ed avanzare delle proposte per gestirle, con specifico riferimento alle valutazioni di comfort termico. Innanzitutto è fornita una chiave di lettura di quelle che sono le prescrizioni di legge (in questo caso considerando sia gli aspetti di comfort che di stress termico). Sempre con riferimento alle prescrizioni di legge è esaminato il sistema di limiti previsti per le valutazioni di comfort termico, considerando anche la suddivisione in classi recepita a livello nazionale nel 2006. Si passa quindi ad esaminare gli aspetti metodologici inerenti gli accertamenti tecnici, iniziando dai criteri di scelta delle posizioni dei punti di campionamento, per passare all’organizzazione temporale dei rilievi. È fornito quindi uno spunto per correlare l’esito dei rilievi di microclima indoor con le condizioni meteorologiche outdoor ed è infine fornita una via per l’interpretazione e la valorizzazione degli indici e dei principali parametri fisici.
È anche dedicato uno specifico momento ad una discussione sul metodo di determinazione dell’indice sul disagio da correnti d’aria (DR).

G. Gambino, A. Merlino, G. Quadrio (2015) Aspetti operativi della misurazione del microclima: dove, quando e quanto monitorare. Interpretazione e valorizzazione dei singoli parametri, relazione a invito, atti del convegno dBA 2015 (Modena, 27 maggio 2015); 71 – 90